sospensione esecuzione immobiliare prima casa

Sospensione esecuzione immobiliare prima casa

Sebbene sia una procedura che non è sempre possibile, vi sono situazioni in cui invece si può contare su questa possibilità, e una è certamente quella sopravvenuta a causa della Pandemia di Coronavirus che ha messo in ginocchio l’economia mondiale. Vediamo di cosa si tratta nel dettaglio, e quali sono le caratteristiche distintive di queta opzione.  

Blocco esecuzione immobiliare prima casa

Ci sono delle condizioni di sospensione dall’esecuzione non solo per la sospensione esecuzione immobiliare prima casa, ma ance in altre situazioni. Quando è possibile potersi avvalere della sospensione dell’espropriazione immobiliare in merito al decreto legato alla Pandemia di Coronavirus? Entriamo nel dettaglio per saperne di più. Il decreto Milleproroghe ha prorogato gli effetti della sospensione di tutti i processi di esecuzione immobiliare fino al 30 giugno 2021. Si tratta quindi di un allungamento di un decreto precedentemente emesso, il quale aveva messo come data massima per la sospensione delle esecuzioni immobiliari il 31 dicembre 2020. Questa che è oggi di discussione tra le varie parti interessate, è un evento ovviamente raro e specifico, che riguarda una situazione particolarmente difficile e disastrosa nella quale stanno passando moltissime persone. Sebbene coloro che stanno invece dall’altra parte, ovvero i creditori, sono abbastanza infastiditi dalla situazione, ma lo sono ancora di più quelli che sono proprietari di case e hanno dato lo sfratto agli inquilini perché necessitano dell’immobile, ma in virtù di questo decreto non riescono a riottenere l’immobile di loro proprietà. Infatti, il decreto Milleproroghe non tocca solo l’aspetto delle esecuzioni di pignoramento, ma diverse situazioni che riguardano gli immobili. Vediamo quali sono:

  • Sfratti per morosità: si tratta di quelle situazioni in cui c’è il mancato pagamento del canone alle scadenze previste dal contratto.
  • Sfratti per esecuzione forzata: siamo di fronte a quei tipi di sfratto che sono relativi a immobili pignorati ma che vedono la presenza all’interno della persona debitrice, o quantomeno dei suoi familiari.
  • Sfratti prima casa: si tratta di quelle azioni legali che vengono fatte nei confronti del debitore inadempiente ma che, oltra ad essere residente all’interno dell’immobile dal quale viene sfrattato, risulta essere l’unico immobile di proprietà dello stesso.

Il decreto oltre il 30 giugno 2021

Molti temono che vi possa essere una prosecuzione del decreto milleproroghe, ovvero che possa arrivare qualche comunicazione che possa spostare il termine ultimo per risolvere la situazione al 31 dicembre 2021. Sebbene in linea di massima possa sembrare una possibile opzione, non ci sono al momento elementi validi che possano far pensare a questa opzione. Dunque, è oramai quasi sicuro che la fine della sospensione dell’espropriazioni immobiliare sia proprio il 30 giugno del 2021. Molte persone nel periodo di sospensione esecuzione immobiliare prima casa hanno potuto cercare di risolvere la loro situazione debitoria, cercando di trovare accordi con i creditori. Coloro invece che, in questo periodo non sono riusciti a mettersi in pari, dal primo giorno di luglio di quest’anno vedranno ricominciare la procedura di esecuzione forzata nei loro confronti. Non vi sono altre azioni che possono essere messe in campo per sospendere ancora questa azione, e quindi, possiamo senza dubbio affermare che, per quanto riguarda la sospensione dell’espropriazione immobiliare, siamo giunti ai titoli di coda.

Per valutare se possiamo fare qualcosa per aiutarti e interrompere la vendita della tua casa all’asta, cancellando tutti i tuoi debiti compila l’analisi di fattibilità ed entro 48 ore ti faremo sapere se possiamo aiutarti o meno!

sospensione esecuzione immobiliare prima casa

Torna su